mercoledì 25 agosto 2010

Nel giorno del mio compleanno..

"Acquista cosa nella tua gioventù, che ristori il danno della tua vecchiezza. E se tu intendi la vecchiezza aver per suo cibo la sapienza, adoprati in tal moda in gioventù, che a tal vecchiezza non manchi il nutrimento."
(Leonardo da Vinci)



lunedì 23 agosto 2010

L'uomo.. e il suo desiderio di vita eterna.

Ecco, forse, il pensiero che passava in quel attimo nella mente di E-genius, in questa foto scattata nell'anno 1860 dal fotografo Felix Bonfils, durante i primi scavi nei dintorni della necropoli di Douch nell'oasi di Charga.


Fu sempre restio nel raccontare storie dell'antico Egitto. 
Ad alcuni disse che c'erano cose che sarebbe stato meglio non conoscere. 


Per ora..!









Trasportare oltremare.. Blu oltremare nel tempo..

..può sembrare inspiegabile e sopratutto incredibile.. 
Ma questo rivela, (per chi è a conoscenza delle gesta di E-genius), perchè il Vermeer facesse largo uso di questo costosissimo pigmento, (lapislazzuli), per i propri dipinti, nell'epoca di grave crisi economica in cui viveva. 
Ora noi ne conosciamo il vero motivo..!
Lo studioso David Hockney, nel suo libro Il segreto svelato, con altri storici, sostiene che Vermeer facesse spesso uso della camera obscura per definire l'esatta posizione degli oggetti nella composizione dei dipinti ciò sembra essere supportato dagli effetti di luce e prospettiva.
Vedi: Si chiamava "Messer E-genius pictoris navigatoriis spatio-tempore.."
Anche qui, solo noi sappiamo com'è andata..!
Della vita di Vermeer si conosce molto poco: le uniche fonti sono alcuni atti ufficiali e pochi commenti scritti di altri artisti.
Che sia stato per alcune parole dette all'artista da E-genius a proposito della privacy..?
Tante, troppe incognite ma per  tutto e a "tempo" debito, ci sarà una risposta.
A questo punto per chi fosse legittimamente ancora incredulo, ecco il dipinto che testimonia l'incontro con il pittore olandese.
In un prossimo scritto parleremo anche delle erronee attribuzioni a Han van Meegeren per i falsi Vermeer. 
Questo quadro purtroppo fu ceduto dal nobile collezionista Rupert Magnanii von Engheben negli anni ottanta alla viziosa contessa Grazia Cattafarina Bergomensis della quale si sono perse le tracce.
E-genius summus magister vermeerii predicatorius..

sabato 21 agosto 2010

Si chiamava "Messer E-genius pictoris navigatoriis spatio-tempore"..

.. ma gli amici intimi lo chiamavano Ivvus. 
Riusciva spesso e volentieri a trasferirsi nello spazio e nel tempo passato, (Il futuro lo conosceva già). 
Qui lo vediamo ritratto dal maestro Antonio Canal detto il Canaletto in una tra le sue più importanti opere classiche. 
Ivvus conobbe personalmente questo illustre artista, nato come pittore-scenografo teatrale, indirizzato dal padre all'arte nella Venezia settecentesca, dal quale carpì numerose informazioni sulla tecnica vedutista. 
Ovviamente Antonio Canal volle in cambio di alcune "dritte" dal nostro contemporaneo.
 Nello specifico, informazioni e precisi dettagli sull'utilizzo della camera ottica, mostratagli da Ivvus in uno dei suoi viaggi.
 Questa immagine vede immortalato il nostro amico, nel dipinto su tela autografa, visibile nella collezione privata del conte Rupert Magnanii von Engheben, per testimonianza ai posteri, ancora increduli, sul suo saggio girovagare.



venerdì 20 agosto 2010

Emily, la sposa cadavere, osserva da un'altura la città dei morti:

-E' bellissima la vista da qui, mi toglie il fiato. Be', certo, se ce l'avessi!
da La sposa cadavere, Tim burton (2005)

Saluto ricorrente di Jim Carrey:

- Casomai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte!
da The Truman show (1998)






Caminetto dipinto..

Caminetto visione laterale


.. in muratura decorato con finte mattonelle in blu di Sevres.

Caminetto visione frontale

E' un'esempio dei trompe l'oeil pittorici tra i meglio riusciti che ho eseguito, nel vero senso illusorio del termine.
Lo spettatore tende inconsciamente a toccare la superficie decorata.
 Il tatto si sostituisce alla vista, momentaneamente ingannata dal chiaroscuro monocromatico delle fughe dipinte.

giovedì 19 agosto 2010

L'ambizione..

IO HO VISTO COSE..

 ...CHE VOI UMANI NEANCHE POTRESTE IMMAGINARE... NAVI DA COMBATTIMENTO IN FIAMME AL LARGO DEI BASTIONI DI ORIONE... E HO VISTO I RAGGI “B” BALENARE NEL BUIO VICINO ALLE PORTE DI TANNHAUSER... IO NE HO VISTE DI COSE CHE NON BASTEREBBE UNA INTERA VITA DI VOI UMANI PER POTERLE RACCONTARE... E ADESSO, TUTTI QUEI MOMENTI ANDRANNO PERDUTI NEL TEMPO, COME LACRIME NELLA PIOGGIA... E' TEMPO DI MORIRE.
( Rutger Hauer aka Roy Batty il Replicante in “Blade Runner” di Ridley Scott - 1982 ).





mercoledì 18 agosto 2010

Per essere felici..

..bisognerebbe vivere. Ma vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste e nulla più.
Oscar Wilde

Le persone "normali" non possono capire..

-Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai.
Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quant'è profonda la tana del Bianconiglio..
Matrix (1999)

Morpheus

sabato 14 agosto 2010

Work in progress..

.. Qui sto eseguendo la carteggiatura di una statua egizia, a seguire stenderò una mano o due di fissativo consolidante per poi colorare a pennello in nero antracite.
Sono sempre stato attratto dalla scultura dell'antico Egitto ho fatto negli anni diverse repliche, (Anche se non fedelissime nelle dimensioni e nei particolari), di divinità e raffigurazioni varie dell'arte egizia. In ogni museo che visito e che abbia in mostra reperti di questa straordinaria civiltà, cerco di acquistare, se possibile, modellini copie di teste, statuette e bassorilievi.
M.B.  Statua egizia
Qui nella foto sotto, un mio recente acquisto.

Trasporto nel mio magazzino/laboratorio di un sarcofago egizio.

giovedì 12 agosto 2010

Fisica Subatomica. La teoria delle stringhe 01/07

Un concetto..

Un'idea, un concetto, un'idea
finché resta un'idea è soltanto un'astrazione
se potessi mangiare un'idea
avrei fatto la mia rivoluzione. 

Giorgio Gaber.

Braccia rubate alla miniera..

mercoledì 11 agosto 2010

Un benvenuto..

.. a tutti gli amici del gruppo "Arti applicate, artisti e maestri artigiani" di Facebook che passano da queste parti.
Che sia questo.. un lieto e intelligente luogo di scambio di pensieri e immagini. 


Gli "altri" sono i nostri migliori maestri.  M.B.

martedì 10 agosto 2010

E-genius (Prologo)

E-genius murales
.. non era uno scienziato, forse più un grande artista e filosofo. 
Si muoveva nello spazio e nel tempo tramite la teoria delle stringhe, (Parleremo in seguito più approfonditamente di questa incredibile frontiera della scienza)
 Era un viandante del tempo che si muoveva giorno per giorno, anno per anno, passo dopo passo sui sentieri dei secoli con le sue scarpe.. Anzi mi correggo, con le sue stringhe.

domenica 8 agosto 2010

TIME WARP

Un'argomento spesso trattato nella letteratura e dal cinema, ma sempre affascinante..


E' talvolta incredibile l'analogia di una fotografia del passato con un viaggio spazio temporale.
Il presente di quel preciso momento dello scatto, il presente dell'osservatore mentre guarda l'immagine del passato, il futuro, per il soggetto ritratto, che poteva ipotizzare che qualcuno potesse un domani guardare la foto di quell'attimo.
Il futuro già allora presente nel mio pensiero, anche se non ben definito nell'idea del risultato finale, ritratto nella foto mentre mi apprestavo, circa 9 anni fa, a decorare quello spazio bianco.
Poi il presente definitivo.. dove il personaggio scompare e lascia sul posto dietro di se la creazione artistica. 
Per essa il tempo è rallentato. 
Continuerà ad apparire attraverso una propria esistenza.

sabato 7 agosto 2010

L'importante..

.. nell'arte e nella vita, è di agire sempre "riflettendo.." ;-)
Avere il proprio ritratto in una cornice, (fa molto nobiltà),..
Tenere ben alto il pennello ma guardandosi sempre alle spalle..
Dare molto colore alle giornate.. 
Ma con un pizzico di fortuna, affinchè non si rompa nulla, altrimenti per sette anni..!
Sottofondo musicale: "Man in the mirror", M.J.

venerdì 6 agosto 2010

L'ozio creativo.

Lionardo da Vinci.. soleva anco spesso, ed io più volte l'ho veduto e considerato, andar la matina a buon ora e montar sul ponte, perchè il cenacolo è alquanto da terra alzato; soleva, dico, dal nascente sole sino a l'imbrunitura sera non levarsi mai il pennello di mano, ma scordatosi il mangiare e il bere, di continovo dipingere. Se ne sarebbe poi stato dui, tre e quattro dì che non v'averebbe messa mano, e tuttavia dimorava talora una e due ore al giorno e solamente contemplava, considerava, ed esaminando tra sè le sue figure giudicava.
L'ho anco veduto secondo che il capriccio o ghiribizzo lo toccava, partirsi da mezzo giorno, quando il sole è in lione, da Corte vecchia ove quel stupendo cavallo di terra componeva, e venirsene dritto alle Grazie, ed asceso sul ponte pigliar il pennello ed una o due pennellate dar ad una di quelle figure, e di subito partirsi e andar altrove.


(Scritto originale da un contemporaneo di Leonardo da Vinci).

giovedì 5 agosto 2010

Nel dipinto.

Eccomi.. al centro del dipinto, ritratto dall'amico grande artista Iginio Corà, tra due leggiadre fanciulle, alla sinistra Stefania l'archeologa e Annamaria restauratrice.
Era l'anno 2002 durante il restauro di un grande palazzo in centro a Padova.
Stavamo decorando la sala della piscina interna al palazzo e come tutti i giorni dopo la pausa pranzo le ragazze del cantiere venivano a trovarci per fare due chiacchiere e sfogliare i nostri libri d'arte e decorazione. 

mercoledì 4 agosto 2010

E-genius

"Per viaggiare ci vuole tempo", mi disse.. Al momento non capii, "per viaggiare ci vuole memoria.." Certo pensai, devi ricordare ciò che hai visto per poterlo raccontare.
Poi mi disse.. "E' tempo ch'io viaggi nella memoria". E se ne andò.
Non lo vidi per molto tempo, fino a che un giorno..
Related Posts with Thumbnails